tel. 06 67.95.130

Commedie Italiane

Prosa

27 settembre - 16 ottobre 2016

Separati

scritto e diretto da Alessandro Capone

Prosa PROSSIMO SPETTACOLO

tosca-cover

18 ottobre - 06 novembre 2016

La notte della Tosca

di Roberta Skerl
regia di Silvio Giordani

Prosa PROSSIMO SPETTACOLO

coniugi

08 novembre - 27 novembre 2016

Coniugi

di Eric Assous
regia Giancarlo Fares

NEWS E PROMOZIONI

20 SETTEMBRE ore 21, ritorna "ASSAGGI di STAGIONE"

Quante volte prima di scegliere uno spettacolo avremmo voluto vederne almeno un'anticipazione? Ti aspettiamo ad "ASSAGGI di STAGIONE" l'originale appuntamento con i trailer-show dal vivo di tutte Commedie della prossima Stagione Teatrale 2016/17! A conclusione, un piccolo buffet in compagnia degli attori. Ingresso 5 euro. Prenota telefonando in biglietteria.



TEL. 06 6795130

Abbonati al giovedì!

Approfitta della super promo del giovedì e goditi l'abbonamento a teatro a soli 100 euro per la replica del giovedì. Telefona in biglietteria per informazioni oppure acquistalo con un click!


ACQUISTA ONLINE

RASSEGNA STAMPA
DICONO DI NOI

Un bacio dai tuoi papà

E` uno spettacolo quanto mai attuale e, per dirla con le parole del regista Gianluca Ferrato, “raccontare in teatro un fatto così delicato come quello trattato in questo testo di Gianpiero Pumo è come salire sulle montagne russe. Quindi pericoloso per definizione. Ma anche da togliere il fiato nelle discese ardite che comporta“.

Un bacio dai tuoi papà

Tempi comici serrati e ben ritmati accompagnano lo spettatore per tutte e due le ore dello spettacolo riuscendo nell’impresa di non fare mai calare l’attenzione nemmeno nei momenti di relativa “calma”. Coreografie divertenti, una sceneggiatura ben studiata e la stessa energia degli attori sul palcoscenico vanno quindi a mettere la firma all’opera di Pumo regalando al pubblico una fantastica serata di intrattenimento.

Un bacio dai tuoi papà

Nella gremita platea del Teatro de' Servi, tantissimi applausi insieme a continue dimostrazioni di completa soddisfazione per UN BACIO DAI TUOI PAPÀ di Gianpiero Pumo, commedia veramente divertente.

Un bacio dai tuoi papà

Il ritmo è sempre sostenuto con capacità e resistenza anche fisica da tutti, rispettando tempi scenici incalzanti. E` davvero una bella commedia che consiglio vivamente di vedere e che lascia la voglia di essere rivista:

Una splendida vacanza

Ogni personaggio ha una peculiarità, ciascuno con un carattere diverso e ben definito, formando così un gruppo variegato ma indissolubile. Ed è proprio questo l’elemento vincente,essenziale,che dona alla ‪‎commedia‬ due ore di risate garantite! . Un’ottima commedia promossa a pieni voti, capace di restituirci allegria e spensieratezza dopo una lunga, stressante, giornata di lavoro. 

L'accompagno di papà

Una commedia comica e amara sulla realtà contemporanea dove la crisi economica, ma soprattutto quella dei valori, ha stravolto i rapporti, alterato le regole, creato nuove forme di legami” - ha dichiarato il regista - “tanto che ciò che prima poteva sembrare impensabile, diventa ora possibile”.

L'accompagno di papà

Le risate sono innumerevoli per questa storia quasi surreale, che costeggia in bilico il limite stesso della realtà... Insomma un racconto scherzoso di ciò che potrebbe accadere dietro un quotidiano fatto di cronaca, ascoltato alla radio o letto su di un giornale.

Abbiamo ucciso Sofocle

Battuta dopo battuta smantelleranno l’antico testo di Sofocle,demolendo la Tragedia e componendo la Commedia  trascinando gli spettatori in un esilarante vortice di ilarità generale. Commedia recitata in maniera impeccabile da tutti gli attori che hanno  immerso il pubblico in una improbabile grecità ,riportandolo di tanto in tanto all’umoristica realtà ,sulla scena  di una esilarante ironia!!

Il capo dei miei sogni

Un testo brillante e gradevole, una classica commedia italiana con personaggi convincenti e ben amalgamati, una comicità garbata e senza traccia di volgarità, con un piacevole finale musicale.

Il capo dei miei sogni

Il mondo del lavoro diventa protagonista anche a teatro e il titolo, in questi tempi di crisi, è tutto un programma: il capo dei miei sogni. Quattro dipendenti di una grossa società, “rinchiusi” nel loro ufficio e annoiati, ma ciascuno con velleità artistiche che li aiutano a evadere...

Il capo dei miei sogni

Una commedia garbata e attuale, che a momenti di facile ma intelligente ilarità alterna qualche spunto di riflessione sull’attuale stato occupazionale nel nostro Paese, forte degli affiatati attori e valorizzata da una regia fluida e vivace.

Il capo dei miei sogni

Un testo brillante in cui il ritmo è fondamentale. Ogni battuta tira l’altra in un meccanismo continuo di parole e jingle musicali, ben suddiviso in due tempi: nel primo si ha l’occasione di conoscere bene tutti i personaggi, caratterizzati da peculiarità che saltano subito all’occhio, in seconda battuta, cambiano le luci, tutto è più colorato e l’atmosfera natalizia regala sorprese soprattutto a livello narrativo.

Il capo dei miei sogni

Leggera, brillante, dinamica, spensierata sino a quel punto giusto da lasciare spazio anche ad una sottile ma rilevante riflessione senza che questa assurga a pedante manuale di vita.

Il capo dei miei sogni

Roberto Marafante dirige in modo garbato e piacevole l’azzeccato cast, riuscendo a dare sostanza ai singoli caratteri, facendo sorridere, ridere e riflettere. Essenziale ed efficace la scenografia, una menzione particolare per Flavio Francucci, lucidamente esilarante.

Il capo dei miei sogni

Una commedia dai ritmi piacevoli, ben diretta, come sempre, da Roberto Marafante, regista che ama il movimento brioso sulla scena e capace di creare numerose e piacevoli gags. Belle e armoniose le scene elaborate da Giuliana Kossuth. Sicuramente, uno spettacolo interessante e divertente, interpretato da una compagnia più che valida. Da vedere!

Se ti sposo mi rovino

L'incastro infatti funziona, la commedia è molto divertente, adatta ad un pubblico composito, nello stile di Cavallaro, con costanti riferimenti - voluti - alla belle realizzazioni del passato (quel teatro leggero italiano degli anni '50 e '60, affidato sempre a solidi interpreti tuttofare e fare molto bene), un divertente iniziale richiamo a James Bond e una sfumatura narrativa che ci ha fatto venire in mente un bel film di Billy Wilder ("Avanti!", 1972) nel tratteggio del povero malcapitato maggiordomo.

Se ti sposo mi rovino

Cavallaro dirige se stesso ed i colleghi in modo intelligente, talvolta precisissimo scrivendo un copione denso di battute per niente banali, con poca volgarità e molta ironia. Ritmo, attualità, miseria umana, dispetti, canzoncine nazionalpopolari rendono la trama appetitosa e fruibile. 

Se ti sposo mi rovino

Alla fine, lo spettacolo regala una storia, di due ore, divertente, ironica, dinamica. Il testo è piacevole e l’ eccellente Cavallaro è riuscito nell’intento di far divertire il pubblico, ritagliandosi anche un ruolo di primordine grazie al suo talento. L’artista è una macchina da guerra, con delle doti non indifferenti nel panorama artistico di oggi, come dimostra il riuscire a conciliare scrittura, regia e recitazione, ottenendo sempre grandi consensi.

Se ti sposo mi rovino

La commedia è un susseguirsi di confusione, situazioni assurde, scambi, andirivieni per le stanze della casa, dall’inizio alla fine (forse un po’ ripetitivo solo all’inizio del secondo atto): persino nei saluti Franco si nasconde e scappa dalle sue donne! Ma il perno di tutto, è Ugo, interpretato dallo stesso Marco Cavallaro...

Se ti sposo mi rovino

Non è solo una commedia, ma una commedia d’autore: il testo è piacevolissimo e scorrevole e le battute sono inanellate con grande abilità linguistica in un percorso logico rapido ed efficace, che mantiene il ritmo sempre incalzante senza mai un attimo di calo né tregua alle risate.

seguici su
facebook


seguici su
twitter


seguici su
youtube


PARTNER & SPONSOR

sponsor tecnico
Automazioni Dari
sponsor tecnico
Due G System
sponsor tecnico
Teclumen
ATK+lab - Web Agency
Antica Vetreria Tulli
G.L.A Impianti e Costruzioni
Roma 81