tel. 06 67.95.130

Commedie Italiane

Prosa SPETTACOLO IN SCENA

01 febbraio - 17 febbraio 2019

Genitori in affitto

di Fabrizio Nardi, Nico di Renzo, Mirko Cannella, Nicolò Innocenzi, Michele Iovane, Jey Libertino, Nazzareno Mattei regia di Fabrizio Nardi

Prosa PROSSIMO SPETTACOLO

spazzolino

18 febbraio - 20 febbraio 2019

Posso lasciare il mio spazzolino da te?

scritto e diretto da Massimo Odierna

Prosa PROSSIMO SPETTACOLO

callcenter_3

22 febbraio - 10 marzo 2019

Call center 3.0

scritto e diretto da Roberto D’Alessandro

NEWS E PROMOZIONI

Quei FUORICLASSE dell'Orologio

Il Teatro dell'Orologio è ancora chiuso, ma per la stagione 2018/19 riapre i battenti al Teatro de' Servi, scendendo in campo con una stagione di 10 spettacoli denominata "Fuoriclasse".
Per sostenere le giovani leve della drammaturgia contemporanea, basta poco... basta abbonarsi.

Abbonamento 5 spettacoli €45

Abbonamenti a partire da 60€

Tante formule di abbonamento per soddisfare tutte le esigenze. Consulta la tabella e scegli l'abbonamento che più si adatta a te.

SCOPRI DI PIÙ

ABBONAMENTO CON APERICENA

Con la nuova stagione, tante gustose novità come l'abbonamento 7 SPETTACOLI + 7 APERICENA. Prima di ogni commedia potrai goderti un delizioso APERITIVO GOURMET proposto da IT Caffè tutto a 105€. Per info e prenotazioni chiama la biglietteria!


TEL. 06 6795130

ALTRI ABBONAMENTI A PARTIRE DA 60€

RASSEGNA STAMPA
DICONO DI NOI

Genitori in affitto

Se nel primo tempo la pièce si esprime in tutta la sua vis comica, tra battute e prese in giro di luoghi comuni, personaggi e situazioni che caratterizzano la nostra attualità, il secondo tempo unisce la riflessione all’umorismo: che cos’è la famiglia?

La storia d'Itaglia

Preparatevi a ridere a crepapelle perché non vi lasceranno neanche un minuto per ricomporvi, grazie a un copione tiratissimo e battute a raffica vi ritroverete più di una volta con le lacrime agli occhi, quindi che dire, consigliato? Consigliatissimo!

La storia d'Itaglia

Uno spettacolo divertente, piacevole, che coinvolge interamente il pubblico, rendendolo protagonista della vera storia d’Italia [...] una storia da non perdere soprattutto per la bravura del cast di attori professionisti.

Il metodo cinese

Un attento copione che bada a non offrire mai spazio a polemiche totalmente fuori luogo, ma cerca - con la risata - di favorire l'integrazione tra chi è nato in un luogo e chi, spesso per fame (ma gli italiani sembra lo abbiano dimenticato), è costretto ad abbandonare la propria casa e i propri cari e andare altrove a cercare fortuna.

Prestazioni straordinarie

I due protagonisti si avventurano con spericolata verve lungo i binari di questa serie di sketch veloci e ritmati... Una commedia irriverente e spassosa, originale nel suo spirito dissacrante e nella frizzante dialettica che riverbera efficacemente la contemporaneità della trama.

Oliver Twisted

Sa coniugare il bisogno di uscire da teatro leggeri ma al tempo spesso carichi di riflessioni da condividere oppure far maturare dentro sé stessi. Ridere con intelligenza è un regalo che solo il teatro di qualità offre.

Prestazioni straordinarie

Così tra una gag e l’altra, Cristina Vaccaro e Fabrizio Sabatucci portano in scena una commedia divertente e a tratti esilarante. È piacevole e il testo scorre veloce senza intoppi, condito di molte battute che vanno spesso controtendenza ma, soffermandosi risultano pregne di grandi verità.

Prestazioni straordinarie

Una commedia che fa riflettere, un messaggio importante che va oltre le battutine e i riferimenti sessuali. La vita di coppia è difficile e lotta quotidianamente contro tutto quello che le ruota intorno, ma se c’è l’amore di base riesce a superare le difficoltà.

Prestazioni straordinarie

Un copione così ben scritto non poteva che essere interpretato da due attori, è il caso di dirlo, dotatissimi: di fatti Cristiana Vaccaro e Fabrizio Sabatucci sono pieni di vis comica ed intelligenza umoristica oltre che legati da una potente complicità.

Prestazioni straordinarie

Commedia dinamica, veloce. Linguaggio moderno, accattivante, ironico. Ottima, varia e dinamica la scenografia così come il gioco delle luci che accompagnano la chiusura e la riapertura della scena. Buona la regia e la drammaturgia, fatta di dialoghi incalzanti, ritmati, concreti. Straordinaria la coppia di attori, padroni della scena.

Cara professoressa

Uno spettacolo potente, diretto ed interpretato prestando attenzione a tutti i particolari, capace di colpire ripetutamente lo spettatore allo stomaco. Non c’è assoluzione e non c’è perdono, solo la consapevolezza primordiale di ciò che si è e che invece si vorrebbe essere, e di quel “cara professoressa”, pronunciato all’inizio da uno degli studenti, non resta più nulla se non una pallida eco.

Cara professoressa

Stimola reazioni dissonanti: chi si sentirà di giustificare comunque l’agire degli studenti e chi si schiererà dalla parte della professoressa? Le risposte che scegliamo sono lo specchio della società che abbiamo e di quella che ci potrà essere in futuro: agire o subire. Fate il vostro gioco.

Morta zia, la casa è mia

Parodia ricca di humor nero e gag esilaranti, “Morta zia, la casa è mia” esorcizza la morte con una vena comica dilagante.

L'inquilino

Un’interpretazione straordinaria e di altissima comicità dove la risata è accompagnata all’attualità dei fatti... Una commedia dolce-amara che vi farà ridere e rimanere di sale in un continuo capovolgersi di situazioni ed eventi dove nulla è da dare per scontato.

Operazione balena

Operazione Balena è un mix perfetto delle due anime del teatro. E’ l’ironia pungente, la risata a crepapelle. Ma è anche vuoto nello stomaco, riflessione. Quando il teatro fa dimenticare la facilità dello schermo, è meraviglioso.

Operazione balena

Gli attori presenti in scena sono stati bravissimi. La recitazione era talmente fluida da sembrare a volte, di guardare un pezzo di vita vera, non uno spettacolo. Sono riusciti a trasmettere le emozioni, la fatica e i sentimenti di ogni personaggio.

L'inquilino

Una commedia scorrevole simpatica, ma a tratti graffiante ed amare contraddistinta dalle debolezze dell’essere umano che lo portano a cadere nella fragilità facendolo crollare sia psicologicamente che emotivamente spingendolo a scelte di cui potrà pentirsi, dove ormai sarà troppo tardi per tornare indietro.

L'inquilino

Ancora si rivela vincente la scelta di rappresentare in maniera leggera e brillante temi della società di oggi: il lavoro precario e le conseguenti difficoltà nel fare progetti per la propria vita, l’amore e l’amicizia ai tempi della crisi. Un trio di attori ben amalgamati e affiatati danno vita a una rappresentazione per niente banale, gradevole, spassosa, senza mai eccedere nei toni, molto delicata. Molti gli applausi del pubblico.

L'inquilino

DA VEDERE. Per una serata all’insegna di relax e risate. Commedia ben recitata, divertente e briosa, con due impensabili colpi di scena. Non manca comunque di regalare allo spettatore degli spunti di riflessione su precarietà, fiducia e amicizia, ai tempi dell’attuale crisi.

Prigionieri al 7° piano

Il testo di Marialetizia Compatangelo, una delle più apprezzate e premiate autrici italiane di teatro, saggista e collaboratrice della RAI, è convincente, capace com’è di riflettere con leggerezza su temi delicati e spesso drammatici.

seguici su
facebook


seguici su
twitter


seguici su
instagram


PARTNER & SPONSOR

sponsor tecnico
Teclumen

ATK+lab - Web Agency

Architetto Ristruttura

Radio Rock



Mentelocale